Biografia

Francesco Pascale nasce ad Eboli il 24 febbraio 1987. Dopo aver conseguito la maturità scientifica, prosegue gli studi iscrivendosi alla Facoltà di Ingegneria Informatica prima all’Università degli Studi di Salerno dove consegue la Laurea Triennale, quindi a Napoli presso l’Università degli Studi “Federico II” dove consegue la Laurea Magistrale e successivamente con il Dottorato di Ricerca sempre all’Università degli Studi di Salerno. Durante gli anni universitari si avvicina a varie forme d’arte, ma è nella poesia che trova il mezzo ideale per esprimere la sua interiorità. Legge numerosi poeti italiani e internazionali, e sceglie come “Maestri” e ispiratori Neruda e Bukowski, i cui echi si riscontrano in numerose sue opere.

La sua produzione letteraria cresce in maniera considerevole, ma rimane privata, personale. È solo nel 2012 che Francesco decide di mettersi in gioco iniziando a partecipare a diversi concorsi letterari, nazionali ed internazionali, che lo portano poi nel Dicembre dello stesso anno a ricevere la Medaglia di Benemerenza del Presidente della Repubblica come premio speciale per il primo posto al concorso letterario “Trofeo del Bergamotto” a Reggio Calabria. Nel 2013 decide di riorganizzare i suoi scritti, ordinandoli cronologicamente, e scegliendo i più significativi che andranno a confluire nella sua prima opera, “Racconti di villana gioventù”, pubblicata nel mese di dicembre dalla casa editrice “Il Saggio”. Il 2014 vede Francesco impegnato nella promozione del libro, che riscuote un discreto successo nonché vari premi ed encomi.

Negli anni successivi, Francesco comincia la sua esperienza lavorativa, che lo porta a confrontarsi con una nuova realtà e un nuovo stile di vita i quali avranno un grande impatto sulle tematiche delle sue poesie. Non più racconti di spensierata adolescenza e amori giovanili, bensì temi più maturi che oscillano tra due estremi: da un lato le gioie dell’amore e il desiderio di costruire qualcosa di solido per il proprio futuro, dall’altro le ansie che questo stesso futuro riserva. Tutto ciò mantenendo sempre uno sguardo attento alle vicende del mondo e della società, che contribuisce con le sue turbolenze ad aumentare il senso di sbandamento e di incertezza. È questa dualità che ispira Francesco nello scrivere la sua seconda opera, “Poesie d’Amore e d’Odio”, che viene pubblicata nel Marzo 2016 dalla casa editrice “Il Saggio”. Il libro, così come è successo per il primo lavoro riscuote un buon successo, venendo molto apprezzato dalla critica.

Spinto da una forte propensione a sperimentare nuove forme di divulgazione dei propri lavori, Francesco negli anni successivi inizia ad utilizzare nuovi strumenti di comunicazione dei propri scritti, in linea con l’era digitale in cui viviamo. Infatti, decidere di aprire un proprio blog di scrittura collegandolo a varie pagine e account social che gli permettono di arrivare ad un pubblico nuovo e avere un contatto diretto e diverso con esso. Questa sua voglia di sperimentare lo porta nel Febbraio del 2020 a pubblicare il suo primo audiolibro di poesie dal titolo “Tempo” con la casa editrice “Aletti” di Roma, che contiene poesie di Francesco lette ed interpretate da Alessandro Quasimodo. L’Audiolibro viene divulgato attraverso una video intervista realizzata dall’associazione Coollettivo e Murotorto di Eboli e riscuote l’interesse da parte di molti, soprattutto per la novità che veniva proposta, ovvero quella di pubblicare quello che si può definire un “libro non libro”.

Nel corso degli anni ha partecipato a molte manifestazioni culturali ed è stato spesso giudice per diversi concorsi ricevendo diversi premi ed encomi. Dal 2012 collabora con la Casa Editrice “Il Saggio”, per la quale scrive periodicamente sull’omonima rivista mensile. Dal 2017 collabora anche con la Casa Editrice “Aletti”. Dal 2019 ha deciso di non partecipare più a nessun concorso né come partecipante né come giudice.

Oggi continua a lavorare e a portare avanti i suoi progetti e le sue passioni artistiche.