A volte penso…

A volte penso che avrei dovuto accettare quel contratto all’estero, andarmene come hanno fatto tutti, vivere una vita felice.

A volte penso e mi viene lo sconforto perché all’età che ho vengo trattato alla stregua di un ragazzino e screditato in quello che faccio.

A volte penso che quando mi viene detto di non essere pronto mi sale un malessere da dentro che non potete capire e mi domando se quello che sto facendo sia giusto o sbagliato.

A volte penso e quando vedo persone che senza troppi meriti ricoprono ruoli di prestigio mi ribolle il sangue nelle vene e penso a quanto sia amara la mia patria.

A volte penso che vorrei prendere e spaccare il mondo per dimostrare agli altri e a me stesso di essere all’altezza, ma so che qualunque cose io faccia non sarà mai abbastanza.

A volte penso che sarebbe meglio spegnere tutto e farla finita, vivere la propria vita come un automa e smetterla di far finta di avere delle ambizioni.

A volte penso che, sai, mi piacerebbe ritornare a sognare.